Un anno pieno di ispirazioni creative

Ciao a tutti! Ormai ci siamo, l’anno volge al termine  e crescono le aspettative per un 2018 carico di buoni propositi. Il 2017 è stato impegnativo sotto il profilo lavorativo in modo del tutto inaspettato, ma soprattutto è stato un anno in cui sono maturati tanti progetti creativi.  Tra le mie fonti di ispirazione c’è la mia splendida gatta norvegese Cooda di 10 mesi che, da quando è arrivata in famiglia, è la mia “fedele assistente”. Si aggira tranquilla e spensierata nella mia craft room, pronta a giocare con nastri, bottoni o con qualunque cosa le capiti a tiro. Nella foto in basso, assiste incuriosita all’assemblaggio di un appendino pensato per la nascita a Novembre della mia nuova nipotina, Giulia.

In occasione delle varie esposizioni feline alle quali abbiamo partecipato in Italia, questa in basso è invece la foto che ritrae la “ghirlanda gattosa” studiata ed ideata su commissione per il catshow: Gattomania 2017, tenutosi presso il Complesso Zeno di Ercolano (16-17 Dicembre). Grande soddisfazione quando è stata consegnata, insieme ai premi in petfood, al primo classificato in gara, uno splendido esemplare di Sacro di Birmania.

Il periodo più creativo è stato senz’altro quello legato alle feste natalizie. Alcuni progetti handmade sono stati frutto di precedenti corsi di cucito, come lo scaldacollo in stoffa e pelliciotto ecologico con custodia in coordinato, ideato poi in diverse versioni.

Altri lavori sono stati riservati al mercatino di Natale di una delle scuole presso la quale sono docente. Con i colleghi abbiamo scelto di realizzare dei manufatti  con l’aiuto dei ragazzi, possibilmente utilizzando carta e materiali di riciclo. E’ stata un’esperienza molto bella e stimolante coinvolgere le mie classi all’ assemblaggio di ghirlande natalizie in polistitirolo, pirottini per cupcake e gomma eva, ispirate ad uno dei progetti del blog Typically simple.

Insieme al mio nipotino di 10 anni, invece,  su iniziativa della sua scuola media, ho contribuito a cucire con la mia inseparabile Zakka Necchi N510, una piccola parte delle Pigotte dell’Unicef. Una bella iniziativa che dura da tanti anni il cui ricavato, apre un cerchio di solidarietà che unisce chi ha realizzato la bambola e chi la adotta e, come dice entusiasta il piccolo Michele: “Zia, è una bambola speciale che può salvare la vita di un bambino in un paese in via di sviluppo!”.

PicsArt_12-29-09.50.38

Come da tradizione, mi sono poi dedicata alla decorazione della casa per le feste. Nuove palline in polistirolo, lana elastica glitterata e decori  sagomati con la fantastica bigshoot; un alberello “puffoso” per la casa in montagna (by cartaprogetto Cucishop Napoli); un portatovaglioli in feltro e gomma eva su indicazione di un tutorial su youtube.

Dulcis in fundo, proprio in questi ultimi giorni del 2017, mi sono “regalata” un corso di cucito creativo per la lavorazione di una borsa patchwork in stoffa ed ecopelle. Come raccontavo in un post precedente, ormai “Una bag tira l’altra”! e quindi non poteva mancare alla collezione.

PicsArt_12-28-05.57.22.jpg

Non resta dunque che attendere gli istanti che precedono lo scoccare della mezzanotte del 31 dicembre e sperare in un 2018 sereno per tutti.

Intanto, mi auguro di riuscire sempre più a trasmettere la gioia di realizzare con le proprie mani  e così, già in questi ultimi giorni del 2017, mi porto avanti ed inizio ad appuntarmi nuove idee creative,  perché come si dice: “Chi ben comincia…”.

Buon anno a tutti!

A prestissimo 😊

 

 

 

 

 

Annunci

Creatività ed estro…anche in un’esposizione felina!

Si è conclusa lo scorso weekend la sesta edizione dell’ Esposizione internazionale felina di Bari presso il Palaghiaccio. L’evento patrocinato dall’ ANFI (Associazione Nazionale Felini Italiani) è stata un’occasione speciale per tutti gli amanti dei felini come me.

FB_IMG_1508185841975

Una kermesse che ha visto riuniti allevatori, proprietari e gattofili che hanno potuto  ammirare gli esemplari più belli del mondo di tutte le razze riconosciute dalla FIFe (Federazione Internazionale Felini europei) con la possibilità di fare shopping a tema nei numerosi stand di accessori dedicati a questi splendidi animali e conoscere più da vicino le migliori marche del pet food.

All’interno dell’evento, protagonista è stata la giuria internazionale che ha decretato i gatti più belli della manifestazione, dopo un attento lavoro di selezione. In gara anche la categoria “gatti di casa” senza pedegree, ugualmente belli ed adorabli compagni di vita.

PicsArt_10-16-10.27.00

E’ stata un’esperienza bellissima e un sogno nel cassetto che si è realizzato soprattutto perché, a partecipare alla competizione, per la prima volta, c’era la nostra dolcissima Cooda Barracuda, uno splendido esemplare femmina di Norvegese delle Foreste, di appena sette mesi e mezzo, entrata con il suo amore e la sua esuberanza nelle nostre vite il 17 giugno 2017.

Grazie alla proprietaria dell’allevamento Once Upon a Paw’s da cui la nostra gattina proviene, abbiamo partecipato a tutte le fasi preliminari che permettono di accedere alla competizione (visita veterinaria, conferma colore, tolettatura, valutazione dei giudici, punteggio). Felicissimi poi di aver riscosso una nomination ed un terzo posto tra i migliori felini della categoria cuccioli (7-10 mesi).

IMG-20171015-WA0030

Curiosando all’interno della fiera ho scoperto che anche in un ambiente legato alla competizione dei felini, la creatività ha fatto la differenza. Tantissimi allevatori hanno dato spazio al loro estro per rendere le gabbie in cui erano contenuti i vari esemplari, dei piccoli capolavori. Cuscini, cucce, amache e tendine, gli arredi più accattivanti realizzati a mano e cuciti su misura.

Osservare nel dettaglio la varietà di tutti questi manufatti è stata per me una nuova fonte di ispirazione. Prevedo, appena mi sarà possibile, di realizzare con la stoffa tanti progetti “gattosi” e magari dedicarmi ad un allestimento completo per la mia piccolina in occasione di una prossima competizione. Non vedo l’ora 😍